Casato Espero

Casato Espero d'Arno
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Storia di famiglia

Andare in basso 
AutoreMessaggio
cosimo

avatar

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Storia di famiglia   Ven Apr 11, 2014 4:14 pm

Piero Espero nasce in una delle tante colline toscane da una famiglia che vive come molte altre famiglie dell’epoca coltivando i terreni di famiglia.
Giunta ad un età matura inizia ad intraprendere dei viaggi verso l’oriente per commerciare spezie, tele, e quant’altro possa accrescere la sua famiglia sia economicamente ma anche di prestigio.

In uno di questi viaggi conosce una ragazza che le fa chiedere da alcuni suoi amici di poter viaggiare con lui e il suo gruppo, lei non si permetterebbe mai di chiedere tale cosa ad un uomo. E' decisa a lasciare la toscana, racconta di voler viaggiare e conoscere nuovi luoghi e nuova gente, il suo nome è Lucrezia. Lei è più piccola di lui e Piero prende subito a cuore quella fanciulla fino ad innamorarsene reciprocamente. Piero convince la donna a tornare insieme e dopo averla presentata ai suoi genitori chiede ai genitori di lei di poterla sposare. All'inizio il padre della ragazza non è d'accordo, ma accetterà lo stesso su consiglio della moglie.

Dalla loro unione nascono tre figli, due maschi di nome Lorenzo e Dante e una femmina di nome Elzia.
Dante è l’ultimo dei tre, il più irrequieto, la sua vita sentimentale lo vede impegnato in molte vicissitudini. Ma quando incontra una donna di nome Maria, se ne innamora a tal punto da volerla sposare immediatamente,senza ascoltare chi gli diceva di non farlo.
Maria è più grande di Dande ed è conosciuta da molti a Fiesole e quello che raccontano al suo passaggio nella piazza principale non è mai troppo lusinghiero.
Maria poco dopo da alla luce una bambina, bambina di nome Romina, ma la donna durante il matrimonio non e fedele dando ragione a chi metteva in guardia Dante.Tradisce l'uomo dopo una suo lungo soggiorno a Napoli, mentre il marito restava in Toscana per lavoro. La donna resta incinta e partorisce a Napoli un secondo figlio di nome Costantino che rimarrà con la famigla del padre a patto che la donna non metta mai più piede nella città. Maria dunque in piena notte lascia Napoli nascosta da occhi indiscreti per raggiiungere il marito ignaro di tutto. Ma il malefatto viene scoperto ugualmente con il tempo e la donna cacciata in malomodo dalla famiglia degli Espero. Costantino Sanchez de Luna Grimaldi detto Ocosang, dunque nasce nel Regno delle Due Sicilie e cresce nella nobile famiglia di suo padre, senza neanche conoscere sua madre.
Nonostante la giovane età,viene mandato in giro per l'Europa per approfondire i suoi studi.Gli viene da subito consigliata l'università di Dubovac,in Croazia,nota università di spessore, ed è li che incontra sua sorella Romina durante il viaggio che lo porta lontano dalle terre italiche.

L'unica figlia femmina di Piero, Elzia , decide di lasciare la toscana per andare in Scozia per conto del padre cercando in questo modo una nuova via di commercio.
In scozia la donna porta a termine vari affari specie con il clan dei McGregor riscuotendo successo. E' cosi che conosce Gregor Roy McGregor , i due si frequentano e si innamorano.L’uomo chiede alla sua famiglia di accettare la donna nel clan e avvenuto questo i due si sposano con rito celtico. Dal loro amore nasce un figlio maschio di nome Donald. Pur per metà toscano, Donald non conoscerà mai le terre italiche rimanendo così in Scozia dove si unirà in matrimonio con Margaret. I due giovani dopo anni di matrimonio danno alla luce due figli che battezzano con il nome di Robert Mcgregor e Logan Bertland McGregor detta Macladin
Robert McGregor conosce Lady Mary Roy de Algeri detta Ladyroy in Scozia e dopo essersi sposati con rito celtico hanno una figlia di nome Arwen Perseide.

Il primogenito Lorenzo crescendo segue le orme di suo padre Piero facendo ancora più grande l’azienda di famiglia fino a meritare di avere un blasone di famiglia e con il passare del tempo farà anche scrivere un motto “s’rioghal mo dhream “ "Reale è la mia razza" motto preso dalla famiglia dei Mcgregor in onore a sua sorella Elzia.

Anche Lorenzo incontra l’amore in una donna di nome Beatrice nella chiesa di Santa Maria in fiore a Firenze, una donna dai lunghi capelli neri. Tra di loro è amore a prima vista, un amore fatto di sguardi dentro la chiesa e sorrisi e dopo mille incontri segreti e mille incertezze, con l’approvazione delle due famiglie finalmente Lorenzo chiede in sposa la donna.
Il loro momento più bello è quello legato alla nascita dei loro figli Cosimo, Camillo, Jacopo e Ismeralda. La donna però ha la sfortuna di non riuscire a vederli crescere e diventare adulti infatti muore a causa di una malattia quando i figli sono ancora adolescenti, e cosi Lorenzo rimasto vedovo decide di rifarsi una vita con un'altra donna e di dare una madre ai suoi figli. La donna vuole bene ai ragazzi come fossero figli suoi ma Cosimo più degli altri non riesce a vedere in lei una vera mamma e tra i due non vi sarà mai un rapporto idilliaco neanche dopo la nascità delle tre sorelle. Il problema permane anche dopo la morte di Lorenzo e cosi la donna prende le figlie Cortana Cinilla e Shilkae e va via in terra spagnola, terra che aveva lasciato in giovine età.

Nel mentre in Scozia scoppia una guerra feroce tra clan e Robert temendo per la vita della sua figliola la consegna alla sua nonna affinchè lei e la sua famiglia ne abbiano cura. Cosimo aiuta cosi la zia Elzia al suo arrivo e se ne prende cura anche lui crescendola come se fosse sua figlia fin quando Ladyroy prima e Robert dopo assieme a Macladin arrivano in Italia. Robert e Ladyroy si congiungono in matrimonio ancora una volta anche davanti agli occhi di Aristotele dopo aver passato mille vicissitudini e cosi con la loro figlia Arwen Perseide ricostituiscono la famiglia di un tempo.

La nuova discendenza della famiglia Espero non resta molto in Toscana e si trasferisce prima a Piacenza per un lungo periodo. Negli anni piacentini Cosimo si sposa con Morpheus, un unione che non porterà ne figli ne altro, solo litigi, specie quando i due assieme a LadyRoy entrano nell'ordine dei Templari, il loro amore verrà messo a dura prova e il sentimento che li univa un tempo verrà sempre meno fino a dover richiedere l'annullamento del matrimonio. Solo Arwen Perseide che ormai grande trova l’amore tra le braccia di Leonida della Gherardesca, decide di restare a Piacenza mentre gli altri decidono di trasferirsi a Dubovac in Croazia.

E' a Dubovac che Camillo decide di prendere i voti per poter diventare un ecclesiastico, mentre Macladin vive alla giornata. Romina che si è ricongiunta con il fratellastro,si fidanza con Ponzie L. Asburgo, unione non gradita a Cosimo che nel mentre alla notizia della morte del padre diventa capocasato. Quando ser Ponzie si presenta davanti a Cosimo, chiedendo la mano di sua cugina, il toscano fa preseente che sarebbe corretto aspettare, considerando che ancora non si hanno notizie della scomparsa della sua prima moglie. Questo suggerimento non solo non viene accettato ma manda su tutte le furie i due che decidono si sposarsi lo stesso. Cosimo decide cosi di estromettere dal casato la cugina. Camillo che inizia a predicare le parole dell'Altissimo stizzito dal comportamento del fratello decide che sarà lui a celebrare le nozze della cugina, costringendo Cosimo ad una decisione triste, infatti Cosimo allontana anche lui per un periodo dal casato di famiglia.
Robert Mcgregor nel periodo in cui tutti stavano a Piacenza decide di intraprendere la strada dello spionaggio politico sotto falsa identità, è cosi che con il nome di Reinhard viene conosciuto da molti. Deciso a lasciare quella strada vede di buon occhio il trasferimento in terra straniera. Con i suoi modi riesce ad aggraziarsi i padroni della città Croata e decide di formare un ordine cavalleresco con coloro che protestando lasciano l'ordine dei templari. L'idea è quella di andare ancora più a nord, in Germania ma trova la morte all'improvviso lasciando in lacrime la povera Ladyroy, nello sconforto Cosimo e senza realizzare il sogno di costituire un ordine cavalleresco suo.

_________________
s'rioghal mo dhream

Fidati era un buon uomo,Non ti fidare era meglio che mai
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
cosimo

avatar

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Re: Storia di famiglia   Ven Apr 11, 2014 4:15 pm

Ismerada è l'unica dei figli di Piero ad essere rimasta a Fiesole. Il padre per lei ha altri progetti e decide di farla studiare facendola andare in un collegio del paese stesso. luogo in cui vi rimarrà per molto tempo.

Il tempo a Dubovac trascorre con non poche difficoltà..donna Romina decide di sposare ser Ponzie pur contro il volere di suo cugino Cosimo che in virtù di capofamiglia non concede la mano della cugina all’uomo quando questo si presenta da lui quasi con aria di sfida. Ma Cosimo non transigge e pur conoscendo l’uomo perché quest’ultimo ancora sposato e con la moglie ancora viva se pur in fin di vita.
Cosimo allora chiede di attendere ancora qualche tempo ma questo viene visto dai due come un rifiuto categorico alla loro unione e cosi Cosimo si vede costretto ad estromettere la cugina dal casato che non intende seguire le decisioni prese,a breve Cosimo si trova nella stessa spiacevole situazione di estraneare dal casato suo fratello Camillo che non approva i metodi del fratello e che difende sua cugina.
Costantino a Dubovac malgrado non sia realmente un Espero, entra far parte del casato. Quando la sorellastra Romina entra in disaccordo con Cosimo, questo decida di non prendere le parti della donna ma di restare al fianco di quei cugini che subito lo avevano accettato con loro. Assieme allo stesso Cosimo e alla vedova di Robert , Roy decidono nel frattempo di tornare in italia, nella vicina Udine per mercanteggiare, ma quello che doveva essere un breve viaggio risulterà essere un viaggio senza ritorno nelle terre croate.
Cosimo e Roy incontrano Isabella Foscari e Paki della famiglia degli Arborea..queste due ultime persone riportano l’amore nel cuore dei due che si considerano cugini malgrado non vi sia più Robert, e così Roy tolto il lutto in quel di Mantua sposerà l’uomo dopo il consenso dello stesso Cosimo.
Le due coppie insieme a Costantino si trasferiscono a Mantua..Cosimo aspetta di avere l’annullamento del suo primo matrimonio, ma il processo va per le lunghe. L'amore che nutre per Isabella è tropo grande e arrivati a mantua la donna resta incinta e lui vorrebbe sposarla coronando un sogno ma la donna lascia Cosimo subito dopo aver partorito tornando a Padova senza nessuna spiegazione dalla sua famiglia, quello che è dato sapere è che sua madre Lutetiae non è favorevole a questa unione e ordina alla figlia di tornare per l'appunto a Padova .Per Cosimo è un duro colpo attenuato solo dalla presenza di sua figlia, Anna Iolanda Scarlett.

A piacenza Perseide scopre di essere incinta di Leonida proprio quando l’uomo si ammala….la malattia dell’uomo è lunga e rende la gravidanza della donna ancora più difficile ..
L’uomo muore prima di veder nascere suo figlio, Robert Ruaidhri McGregor…
Perseide se pur lontana dai suoi familiari non si perde d’animo e cosi proprio come suo zio Cosimo, cresce il figlio da sola..
A Mantova Costantino nel frattempo viene giudicato dalla Santa Inquisizione come Eretico e per questo condannato al rogo…tra lui e la famiglia Espero dal loro arrivo a Mantua i rapporti non sono più quelli di una volta per svariati motivi e per questo Cosimo dopo aver perdonato il carattere di quell’uomo più volte si vede costretto ad allontanarlo dal casato. La sua morte è però lo stesso un dispiacere per la famiglia Espero che decide di dedicare una lapide nel loro cimitero di famiglia.
Camillo è l’ultimo a lasciare Dubovac e si trasferisce a Savona, citta in cui si dedica totalmente alla vita ecclesiastica fino a diventare prima parroco e poi vescovo della città stessa…durante questo periodo tra Camillo e Cosimo c’è uno scambio di missive…che riavvicina i due fratelli fino a far si che Cosimo permetta al fratello di tornare nel casato. Per entrambi è un momento di grande gioia.

Anna Iolanda Scarlett, la figlia di Cosimo,cresce divenendo una donna corteggiata da molti uomini, ma solo uno entra nel cuore della ragazza…ser Arquer Carafa della Spina, che audacemente chiede di poter corteggiare la figlia a Cosimo e dopo qualche tempo il permesso di poter essere il suo fidanzato.
Cosimo vede di buon occhio il giovane e la sua famiglia e vede sua figlia felice assieme a lui e cosi non trova nulla da obiettare.
Anche lui trova di nuovo l'amore di una donna del casato dei Garibaldi, Flora Luigia Garibaldi, dama che tutti conoscono a Mantua con il nome di Flisabel

_________________
s'rioghal mo dhream

Fidati era un buon uomo,Non ti fidare era meglio che mai
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
cosimo

avatar

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Re: Storia di famiglia   Ven Apr 11, 2014 4:27 pm

Hadelaide, un amica di Anna. chiede a quest'ultima , di autarla nella ricerca di suo padre, della sua vera famiglia dopo aver scoperto di essere stata adottata segretamente. Durante la ricerca è Anna stessa a scoprire nei registri comunali il nome di Jacopo Espero degli Espero d'Arno

La ragazza dunque chiede a suo padre chi sia quest’uomo e Cosimo si vede costretto a rivelare un segreto lungo almeno vent’anni..Jacopo Espero è il suo fratello maggiore che lasciò la famiglia per primo per arrivare a Mantua dove conobbe una donna e dopo una breve storia, si volatilizzò dopo che la donne gli disse di aspettare un figlio da lui. Così senza lasciare nessuna traccia di se e senza conoscere l’eventuale figlio lasciò Mantua..sarà proprio questo il motivo per cui il padre Lorenzo decide di allontanarlo dalla famiglia e proibisce agli altri tre figli, Cosimo Camillo e Ismeralda a non cercarlo mai.
Ad Hadelaide, la donna che credeva essere solo la cuoca del palazzo dove era cresciuta e amica, si rivela a lei come sua nonna, madre di una donna presa in giro da un uomo e che muore dandola alla luce, le rivela anche che suo padre è proprio Jacopo Espero e che non è l’unica figlia di quest’uomo ma che ha anche un fratello gemello che a Mantua è conosciuto come Sekmeth.

Cosimo nel mentre continua a passare molto tempo con Flisabel, il suo vero nome è Flora Luigia Garibaldi, per due lunghi mesi si frequentano, due mesi trascorsi tra ammiccamenti e sorrisi. Nel mese di gennaio dopo aver aspettato il permesso di sua madre Viola Garibaldi meglio conosciuta come Fanny, Cosimo le porge un anello chiedendole di essere la sua fidanzata e lei accetta
Durante un viaggio a Dubovac, dove sistemano le ultime cose in quella città, Cosimo e Roy entrano a far parte del Prioriato di Sion sotto gli ordini del loro amico ed ex Templare come loro Pigrego. Appena tornati prendono la cittadinanza mantovana dopo parecchio tempo che vi soggiornavano
Con Roy, Cosimo insieme ad altri del priorato partono per Genova, la guerra da quelle parti insorge e cosi è richiesto il loro intervento dichiaro come aiuto umanitario…con loro vi è anche la figlia di Cosimo, Anna…
A Genova Cosimo rivede una sua vecchia fiamma...i ricordi di un passato lontano salgano nelle loro menti, ed è cosi che si concedono lasciandosi andare.Cosimo resta pur sempre un uomo fidanzato e anche se la tentazione di restare con quella donna è tanta decide a guerra finita di tornare a casa e preparare così il suo matrimonio senza mai svelare il tradimento di una sola notte.
Anniusca prima del matrimonio, ha una forte discussione con il padre. L'uomo sentendosi mancare di rispetto decide che al suo matrimonio nessun Espero sarà tra i presenti…questa situazione crea delle falle nel rapporto tra lo stesso Cosimo e Flisabel e cosi a pochi giorni prima delle nozze i due decidono di comune accordo di lasciarsi .

Matteo Lorenzo Espero, detto Sekmeth lascia Mantua e a Venezia muore colpito dalla gotta, Hadelaide invece per lasciarsi alle spalle un amore finito decide di fare un viaggio in Francia
Roy qualche mese dopo apprende una notizia da sua figlia che la fa cadere in depressione, Perseide infatti le comunica l'intenzione di fidanzarsi con un uomo più grande di lei, che è stato il primo grande amore proprio di sua madre. Dal dispiacere Roy decide di lasciarsi morire…a nulla servono i tentativi di Cosimo…che perde cosi la persona a lui più cara e si vede costretto ad allontanare la nipote ripudiandola, ritenendola per altro immorale e colpevole di codesta morte.

_________________
s'rioghal mo dhream

Fidati era un buon uomo,Non ti fidare era meglio che mai
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
cosimo

avatar

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Re: Storia di famiglia   Ven Apr 11, 2014 4:28 pm

Nel mentre Romina fa annullare il suo matrimonio con Ponzie, dopo aver adottato un figlio maschio di nome Romolo della famiglia degli Asburgo Cosimo decide di lasciare per sempre Mantua…che a conti fatti gli ha tolto tutto…sono una coppia di nuovi amici che fanno cambiare idea all'uomo…dama Puzzola e suo marito Gualtiero Volturi che con il loro affetto lo spronano a restare.
Convitosi a Mantua incontra un giovane, il suo nome non gli è nuovo, a suo tempo gli era stato accennato di questo ragazzo a lui parente ma fino ad allora non si erano conosciuti.. il suo nome è Dyan Ardais della famiglia d'Idrial...il giovane è figlio di una delle tre sorellastre di Cosimo, Shilkae..che rinunciando al nome di suo padre aveva deciso di portare quello di sua madre, dando origine ad un casato distinto dagli Espero d'Arno..
Delle tre sorellastre solo una è ancora in vita, Cortana,vive a Parma e che solo di rado incontra il fratello
Cosimo lo incontra in taverna e il ragazzo dimostra subito di avere il coraggio di sua madre ma anche degli Espero e Cosimo gli propone di portare con orgoglio il nome di suo nonno...il ragazzo accetta di buon grado...


Nel mentre a Mantua giunge una ragazza , arriva da lontano e porta con se una lettera da portare a Cosimo.
Una lettera scritta dalla donna che ha cresciuto quella ragazza e che gli rivela che quella ragazza è sua figlia..
Cosimo legge attentamente la lettera che viene da Genova e sa bene che quello che dice quel foglio è il vero, Ricciolina , così è il sopranome che danno alla giovane è il frutto di un amore passato, di una sola notte...Cosimo cosi può abbracciare la sua secondogenita Eleonora Beatrice

Dopo aver conosciuto l'ennesima donna sbagliata con il nome di Katiuscia...Cosimo si avvicina molto ad Anja spinto anche dai suoi amici Gualt e Puzzola e cosi, cerca di conoscerla..non gli ci vuole molto per capire che la donna è una che sa il fatto suo..e cosi dopo aver programmato con sua figlia Eleonora un viaggio a Parma da suo nipote Dyan per le feste natalizie, Cosimo propone alla donna di partire con loro, assieme ad altre amiche..
Tra i due scocca la scintilla e al loro ritorno a Mantua si fidanzano ufficialmente
Durante un viaggio verso Parma, Cosimo e sua figlia Eleonora restano feriti insieme a dei loro amici gravemente, ci vorranno 45 giorni affinché possano riprendersi e tornare a casa ma in quei giorni Eleonora contratta una malattia..la gotta...che prima che possa riprendere a partire la porterà alla morte..
In quei giorni, Anja decide improvvisamente di lasciare Cosimo, proprio qualche giorno prima del funerale della figlia per tornare dal suo vecchio amore Erik Voluturi, figlio di Gualtiero e Puzzola..il gesto e il momento triste portano allo sconforto l'uomo che decide anche di togliersi la vita...e solo con l'auto degli amici decide di tornare indietro sui suoi passi, ma nella sua testa un altra idea matura...
Decide di lasciare Mantua per sempre e di trasferirsi in un altra città : Parma

A Parma viene accolto immediatamente da suo nipote Dyan che nel frattempo e convolato a giuste nozze con la bella Chiara Luna...

_________________
s'rioghal mo dhream

Fidati era un buon uomo,Non ti fidare era meglio che mai
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
cosimo

avatar

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Re: Storia di famiglia   Dom Nov 20, 2016 1:28 pm

Arrivato a Parma, Cosimo stenta a lasciarsi il passato alle spalle...
Soffre molto sia per la morte della figlia che per la donna che lo ha lasciato per il suo ex fidanzato da un momento all'altro, senza neanche una spiegazione plausibile...Cosimo decide così di entrare in convento per ben 40 giorni. Al suo ritorno in città, scopre che Anja ha deciso di lasciarsi morire, forse per il rimorso...non si sa, ma a Cosimo ormai non importa nulla...per lui ha inizio una nuova vita.
In quei giorni viene eletto a parma ser Ermes che gli propone dopo averlo conosciuto di aiutarlo nel consiglio municipale ricoprendo qualche incarico.
Nel mentre Dyan nel vedere eletto un suo acerrimo nemico, decide di lasciare la città approfittando cosi dell'occasione per fare il viaggio di nozze da sempre rimandato...
Dyan porta con se anche la zia Cortana e il suo fidanzato, senza però che nessuno pensi ad avvisare Cosimo rimasto solo in città.
Al loro rientro criticano le azioni di Cosimo divenuto amico di Ermes, cercando in tutti i modi di mostrare allo zio il vero volto del sindaco di Parma...i tentativi non riescono nell'intento ma riescono a far discutere Cosimo con il resto della famiglia a tal punto che Dyan deluso dallo zio Cosimo decide di lasciare il palazzo e di non usare più il nome di sua madre Espero...

In quei giorni Cosimo riceve missive sia da sua figlia Anniusca , sia dalla sua amica Siebel, donna che all'epoca del periodo mantuana a Cosimo non restava indifferente ma che solo il loro stato faceva si che entrambi restassero solo amici....
Anniusca riprendere a parlare con il padre e a confidarsi mentre tra lui e Siebel inizia un corteggiamento fatto da missive...

Cosimo decide così di tornare a Mantua e di guardare Siebel di persona

_________________
s'rioghal mo dhream

Fidati era un buon uomo,Non ti fidare era meglio che mai
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Storia di famiglia   

Tornare in alto Andare in basso
 
Storia di famiglia
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» LA FAMIGLIA DEL CUORE MATTEL ANNO 87 BAGNETTO ALLEGRO
» lotto vestiti big jim e ken famiglia cuore
» [GDR] Inaugurazione del Torneo.
» Campagna warhammer 40k
» e alla fine è arrivata la fine dei tempi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Casato Espero :: La famiglia Espero d'Arno :: Archivi familiari :: Storia della famiglia-
Andare verso: