Casato Espero

Casato Espero d'Arno
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Visita a Palazzo Espero

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Anniusca
Admin
avatar

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visita a Palazzo Espero   Gio Gen 31, 2013 8:47 am

La Viscontessa si era fatta sprofondare nell'imbottitura della poltrona, le mani giunte davanti al viso le coprivano appena la bocca mentre pensierosa ascoltava le parole del padre.

Matteo Lorenzo, quel cugino che lei stessa aveva accolto a Mantua insegnandogli fin da subito come muoversi in città, che l'ammirava e al quale lei stessa si era affezionata prima ancora di riscoprire quel legame di sangue. Ma egli era uno spirito libero e, seppur con la promessa di far ritorno, partì per la Repubblica della Serenissima e di lui non si ebbero più notizie.

La voce gentile di Julienne la riscossero dai suoi pensieri e un luccichio proveniente dal suo polso la spinsero a distaccarsi dallo schienale e sporgersi verso la loro ospite. Le lunghe e pallide dita si strinsero attorno al metallo del bracciale.


“Posso?” pronunciò con un accenno di voce mentre i suoi occhi erano già fissi sull'incisione interna.

Lo rigirò tra le mani. La fronte le si corrugò prima che un sorriso le rasserenasse il volto.

Allungò il monile in direzione di Cosimo.


“S'rioghal mo dhream” gli disse con una pronuncia perfetta dopo le innumerevoli volte che l'aveva letto e, scambiato col padre uno sguardo d'intesa, si voltò in direzione di Julienne per tradurle quel motto “E' celtico Dama Julienne. Significa “Reale è la mia razza” , fu il motto del clan dei McGregor, nostri parenti scozzesi come vi accennavo, e adottato da noi Espero dai tempi di Lorenzo.

Credo avremo molte cose da raccontarci questa sera”
concluse rivolgendo alla ragazza un ampio sorriso e stringendo le mani di lei tra le sue

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
cosimo

avatar

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visita a Palazzo Espero   Gio Gen 31, 2013 11:36 am

Prese il monile dalle mani di sua figlia,
lo guardò con attenzione soffermandosi anch'egli su quell'incisione.
Era cosa comune , purtroppo, lasciare i neonati alle cure dei monaci o delle suore in qualche convento se non vi fosse la possibilità di crescerli.
S lui non ci fosse stato pensò che forse anche le sue figlie avrebbero avuto quel destino, scacciò dalla mente quel pensiero e tornò a contrallare il motto che lui stesso conosceva bene.
Poi sorrise nel sentire le parole di sua figlia e non potè che asserire

Si monna Julienne, voi siete figlia di Matteo Lorenzo mio nipote, non vi è dubbio e sono certo che più il tempo passerà e più non vi saranno dubbi.
Benvenuta in famiglia

_________________
s'rioghal mo dhream

Fidati era un buon uomo,Non ti fidare era meglio che mai
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Giselle_

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 10.06.12

MessaggioTitolo: Re: Visita a Palazzo Espero   Ven Feb 01, 2013 10:38 am

Giselle ascoltava in silenzio, oseervando quel ciondolo passare dalle mani della sorella a quelle del padre...

"Benvenuta in famiglia"

alle parole del Capocasato fece un sorriso a Julienne pensando che allora la somiglianza che aveva notato non era infondata e felice di avere un nuovo membro in famiglia si alzò e l'abbracciò dolcemente
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Julienne*

avatar

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 22.01.13

MessaggioTitolo: Re: Visita a Palazzo Espero   Ven Feb 01, 2013 8:29 pm

Entro Julienne scorrean sensazioni nuove ed inaspettate.
Quella rinnovata felicità l'avea lasciata spiazzata dinnanzi alla sua forza ed alla sua grandezza.
Mai avrebbe immaginato di poter provare ciò che, in quel momento, stava realmente sentendo.
Abituata, infatti, ad esser sola al mondo, mai avrebbe pensato di poter trovare tra quelle pareti, ed in quelle persone a lei tanto care, la sua reale famiglia.
Ascoltava interessata le parole sicure della Viscontessa, poi quelle di Ser Cosimo. L'emozione le avea tolto ogni parola.
D'un tratto Giselle le s'avvicinò e, dolcemente, l'abbracciò. Julienne ricambiò il dolce abbraccio, con affetto.
Credo d'aver perso ogni mia parola. Ma abbiamo tanto tempo per ritrovarle, insieme. Più o meno una vita. disse sorridendo alla famiglia ritrovata.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
cosimo

avatar

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 24.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visita a Palazzo Espero   Lun Feb 04, 2013 4:53 pm

Cosmo sorrise a quel sorriso che ora a guardarlo meglio era identico a quello del nipote
Incredibile come la vita si prendesse gioco delle persone.
Sua nipote era con lui ed era tornata in famiglia,
non poteva che non esserne felice e la stessa sua felicità la vedeva negli occhi di lei.
Le sentì dire quelle parole che a lui non parvero vere.
Si guardò attorno e disse..

Mia nipote ci ha portato una torta, credo che sia ora di assaggiarla , vero?

Si sorrise mentre Arcibaldo toglieva i piatti dalle mani di tutti loro per poter servire la torta di Julienne

_________________
s'rioghal mo dhream

Fidati era un buon uomo,Non ti fidare era meglio che mai
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Visita a Palazzo Espero   

Tornare in alto Andare in basso
 
Visita a Palazzo Espero
Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Casato Espero :: La famiglia Espero d'Arno :: Ala d'accoglienza-
Andare verso: